Royal Academy of Dance

La sua storia…

Nel 1920 un gruppo di famosi danzatori, fondò a Londra l’Association of Operatic Dancing of Great Britain, che nel 1936, grazie ad un decreto reale, diventò la Royal Accademy of Dance (R.A.D.). Il gruppo dei fondatori dell’accademia era  composto da cinque stelle europee: la danese Adeline Genèe,la russa Tamara Karsavina, l’italiana Lucia Cormani, il francese Eduard Espinosa e l’inglese Phyllis Bedells .Essi rappresentavano i principali metodi di insegnamento del tempo.

L’accademia è nata con lo scopo di diffondere e promuovere l’arte del balletto e di ridare la qualità al metodo di insegnamento della danza classica in Inghilterra che aveva perso negli ultimi anni. Oggi è rappresentata in più di 60 paesi e vanta la formazione di ballerini professionisti ed insegnanti che in tutto il mondo adottano il metodo RAD.

 

Con il suo metodo l’Accademia offre la possibilità ai bambini di imparare in modo progressivo i primi rudimenti delle danza attraverso un’attività, oltre che didattica anche ludica e socializzante mirata al miglioramento delle capacità creative, ritmiche. espressive e di relazione con il proprio corpo e con lo spazio. ). La rigida e selettiva preparazione tecnica degli insegnanti RAD garantisce la corretta preparazione di giovanissimi allievi e bambini, proteggendoli da grossolani (ma frequenti) errori dovuti ad una errata impostazione di base, salvaguardando il corretto sviluppo della struttura muscolare ed ossea.

 

La Royal Academy of Dance offre due distinti percorsi di preparazione nel balletto classico, che sono chiamati programmi Gradi e Major. In entrambi i corsi si cerca di sviluppare nell’allievo tre importantissimi elementi strettamente collegati fra loro: la Tecnica, la Musica e l’Esecuzione.

 

Tecnica:           la comprensione ed un uso efficace dei suoi aspetti fondamentali della tecnica riflettono il livello di abilità dimostrato.Lo studente deve fortemente concentrarsi su tutti quegli aspetti che comprendono la postura del corpo, i vari movimenti coordinati tra loro, elevazione, il giro, la percezione dello spazio, ecc.

   Musica:                        per eseguire i movimenti nel momento e nel modo giusto lo studente deve studiare tutti gli aspetti musicali tra i quali il ritmo, la velocità la tonalità, andamento, il fraseggio, la melodia, ecc.

  Esecuzione:                   è l’elemento che permette di unire la tecnica con la consapevolezza musicale, sviluppando lo stile, l’espressività, la precisione, la dinamica e la qualità di ogni movimento.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...